Sempre a ” Guardia Alta “

Io così forte, così dura, così cattiva, così “chissenefrega” di tutto e tutti, io che apparentemente non accuso mai il colpo, io così impegnata ringhiare, ad abbaiare, ma mai a mordere, io che devo da sempre cavarmela  da sola, anche quando non sono sola, io che sono pilastro delle amiche, degli uomini della mia vita che sono sempre riusciti a prosciugarmi, io che quando qualcuno è in crisi depressiva divento psicologa personale, e continuo ad esserlo ogni volta,  anche se dopo lo sfogo, dopo i consigli,  vedo tutti sparire  fino alla crisi successiva ;   io che sono definita “una donna forte, in gamba, coraggiosa, competente, uno spirito libero, una testa pensante”; io che  quando dico “fondamentalmente sono timida” alle persone che incontro sul lavoro, provoco ilarità ed incredulità, io a volte credo di essere la donna più fragile e più emotiva esistente sulla faccia della terra. Piango troppo. Piango perché gli amici tornano a casa, perché dal primo secondo i loro figli sono diventati anche i miei e perché  avevano gli occhi lucidi mentre mi lanciavano baci volanti, dopo avermi abbracciata stretta stretta prima di partire; piango perché, facendomi il complimento più bello al mondo, gli amici mi hanno detto :” che ingiusta la vita, saresti stata un’ ottima madre” , e piango perché hanno ragione, perché ne sono convinta, la bimba che ero continua a vivere dentro di me, non ho soppresso l’istinto, la voglia di giocare,  i bambini lo sentono e si fidano, con loro io sono me stessa . L’amore si sente, si vede, si propaga, si espande. Credo, a volte,  che la maschera che indosso ogni mattina prima di uscire, sia talmente diversa da ciò che sono veramente  che, se non lasciassi uscire assieme alle lacrime tutta la tensione accumulata nel fingere di non temere nulla al mondo, nemmeno Godzilla,  forse potrei esplodere. Io sono timida, io accuso il colpo ma non  lo lascio capire, io ringhio e abbaio per impaurire, perché nessuno abbia il coraggio di attaccare, perché  indietreggi, non lascio trasparire i sentimenti forse per la troppa paura di essere rifiutata e anche quando non lo sono, ho sempre il timore che l’accettazione possa diventare in seguito un rifiuto costringendomi a raccogliere poi tutti i cocci di me sparsi al suolo. Le difficoltà fortificano certo, sono convinta però che per quanto una persona possa essere positiva, e fortunatamente lo sono, a lungo andare le difficoltà che ti hanno fortificato, siano riuscite anche a farti iniziare un processo di lenta costruzione della tua statua di sale personale, resistente ma al tempo stesso facilmente dissolvibile sotto una lunga pioggia battente e, contemporaneamente ,  ti abbiano forse fatto nascere inconsciamente la convinzione che prima o poi anche i periodi positivi  finiscano sempre e che dovrai ricominciare di nuovo tutto da zero. Ma questa guardia, che tengo sempre così alta, non finirà per impedire alle persone  di capire chi sono nel profondo e non  impedirà loro forse di avere il coraggio di avvicinarsi ?

Immagine

Annunci

Un commento su “Sempre a ” Guardia Alta “

  1. lafatadegliiris ha detto:

    ti ho regalato un premio 😀 visita il mio blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...