Riflettendo mi irrito

Ci sono tante cose sulle quali sto riflettendo,  su come non mi piaccia assolutamente il mondo che mi circonda, le idee che la maggior parte degli uomini hanno delle donne, sul fatto che credano che ogni comportamento sia una tattica, che tu ti neghi perché si faccia sempre più pressante la loro insistenza perché in realtà tu non rifiuti perché quello che vuoi dire è No! ma perché in realtà vuoi accettare ma devi farla pesare questa tua accettazione….Ebbene  c’è questa frase che riassume bene quello che vorrei dire : “Vonde monadis!” . Crescete. Imparate a giudicare le persone, a capire chi avete davanti. Smettetela di agire per strategie preimpostate e siate spontanei, accettate che a volte “NO, non sono interessata ad un’avventura” significa semplicemente questo. Basta leggere le parole esattamente dando loro il proprio significato letterale , senza interpretare, senza cercare significati nascosti. Non è difficile e nemmeno impossibile. Rifletto su quanto mi irriti  non essere presa alla lettera, si creano malintesi . Mi irrita ancora di più chi cerca di psicanalizzare quanto scrivo. Probabilmente l’errore è scrivere su un blog quando invece dovrei scrivere su un diario, ma visto che sul diario la liberazione mentale non è pari a lanciare i pensieri nel web , proverò a sopportare l’irritazione che cresce ogni volta che leggo commenti che tendono a cercare di trovare un significato nascosto. Non ci sono significati nascosti, non ci sono problemi irrisolti in me, proprio perché mi analizzo da sempre, perché sviscero ogni problema, ogni dubbio, ogni decisione, prima che diventi un problema irrisolto. Sì sono innamorata di un uomo che non mi ama, è una situazione nuova per me, non mi era mai successo prima. Sì, ho chiuso una relazione comoda ma senza passione, non sono fatta per la vita senza passioni, meglio sola, e sì sono felice nonostante, perché quello che sono è esattamente quello che voglio essere, coerente con qualsiasi azione o scelta anche se possono essere giudicate sbagliate, ma essendo il mio l’unico giudizio che tengo in considerazione, non ho particolari disturbi del sonno se altri le giudicano sbagliate.

155033_341420882639943_293972208_n

Annunci

2 commenti su “Riflettendo mi irrito

  1. Enzorasi ha detto:

    Se il tuo problema è lasciare che le parole vengano prese SOLO per quelle che sono, senza alcuna interpretazione, il blog che è pubblico è il palcoscenico peggiore. Questa è la mia esperienza e così te la dico. Su un blog si guarda anche la grafica, ìimpostazione di tanti particolari…la scelta delle immagini e poi l’idea, l’immaginazione che ognuno si fa leggendo.
    Il diario privato che non legge nessuno è una cosa, qui il discorso è molto diverso., per non parlare di FB che rappresenta un’altra dimensione a parte e che mi pare tu utilizzi come una specie di blog. Ciao

    • Quello che non è. ha detto:

      Ti dirò, me ne sto rendendo conto. Sinceramente pensavo che nessuno avrebbe mai letto, figuriamoci poi commentare. Fb è nato come uno sfogo, ma FB è un altro pianeta. Mi piace il tuo Blog, mi piace quello e come lo scrivi! ciao Enzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...