Filastroccando il mio tempo.

Poco m’importa il parere altrui
Su come si debba vivere e pensare
Su come occorra, indi per cui
Decidere, sentire ed amare

Ognuno nasce col suo dizionario
E il suo codice da interpretare
L’umano mondo è tristo e vario
E guai a colui che non vuol pensare!

Io scelgo a mio modo, in solitudine
Piuttosto che essere l’altrui servo
La mia non è, capite, ingratitudine
Ma è spazio che a me stesso riservo

E scelgo di guardare spesso in basso
Dove si formano mulinello e domanda
Là, dove ognuno ha lanciato un sasso

E il cuor mio, inflessibile, comanda.

Sehnsucht

https://www.facebook.com/pages/Sehnsucht/1513657428874851?fref=nf&pnref=story